Mettere ordine

“I tempi sono fuori di sesto; brutta sorte, che io debba esser nato a mettere ordine”.
Amleto, Atto I – Scena V

“Mettere ordine”. In ciò che ci è stato affidato, poco o tanto che sia. Salvare ciò che di buono c’è e ciò che di bello esiste. Custodire il pezzetto di mondo che ci è stato dato da abitare. Portare luce nel dolore e speranza nel buio.
Esiste vocazione più grande per un uomo?
Esiste altra vocazione per un uomo?
Eppure: “brutta sorte”.
Perché “fuori di sesto” lo siamo anche noi: sfiduciati e soli, delusi e disillusi, “stanchi e oppressi”.
Pur sentendo, per grazia, questa insopprimibile chiamata a cose grandi, a salvare e custodire, a proteggere e tramandare, se non c’è un altro che “metta ordine” in me, se non c’è chi salvi e custodisca la mia vita, se non esiste qualcuno che sia “ristoro per la nostra vita”, allora non riusciremo a portare questo peso. Non saremo abbastanza uomini da scegliere di volerlo portare.

“Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero”.
(Mt 11,28-30)

IMG_20170707_195202

Vecchi

Uomini davanti all’orizzonte,
Ragazzi davanti alle stelle,
Bambini davanti a Dio.
Più tendiamo all’infinito, meno il tempo ci possiede.
Vecchio è solo colui che non guarda più l’orizzonte, le stelle, Dio.
Quanto è facile oggi diventar subito vecchi…

19642578_843794499130437_5366549582199997523_n

Il Padre

“Ogni tanto la donna gli parlava di Dio. Lui ci provava a parlare con Dio, ma la cosa migliore era parlare con il padre, e infatti ci parlava e non lo dimenticava mai. La donna diceva che andava bene così. Diceva che il respiro di Dio è sempre il respiro di Dio, anche se passa da un uomo all’altro in eterno.
(…)
Sapeva solo che il bambino era la sua garanzia. Disse: Se non è lui il verbo di Dio allora Dio non ha mai parlato”.
(Cormac McCarthy – La strada)

19554285_841855519324335_438675726328930661_n

Splendono per noi

Davvero non è tanto importante quante in astratto siano le stelle o quanto splendano, quanto che, incredibilmente, esse ci siano e tutte, proprio tutte, splendano per me.
Esse splendono per noi.
Per amor nostro Dio ha fatto le stelle e per amor nostro le fa splendere. Siamo così richiamati alla certezza che sentiamo più cara e più vera: l’amore. L’amore anche per le cose piccole della nostra quotidianità, anch’esse, come le stelle, segno di un amore più grande.
Ecco perché, davanti al cielo stellato una dolce malinconia ci avvolge; essa non è che un richiamo a quell’infinito desiderio di bene, di pienezza, di verità e di bellezza per cui siamo fatti e per cui sentiamo una struggente nostalgia.

19113901_832931266883427_2111436047862683559_n

Angelus

Sembrava estate e non lo è ancora.
Sembrava vita e non lo è ancora.

L’aria è fresca nella sera,
Ciò che resta dell’inverno
In questo giorno di pioggia leggera.
Le campane di una chiesa,
Un desiderio di preghiera.

La terra bagnata che profuma di settembre e di nostalgia
mentre passeggio e prego
“L’angelo del Signore portò l’annuncio a Maria”…

18893065_826261814217039_7498111258891233921_n

Sicurezze

Di cosa siamo sicuri? Su cosa è fondata la nostra vita? Se dovessimo ridurre all’essenziale i fondamenti della nostra esperienza umana, cosa potremmo dire di noi stessi?
Ci sono momenti nella vita in cui si è quasi costretti a fare questo bilancio, a sfrondare tutto del superfluo e andare al cuore di ciò che ci definisce.Un tempo avrei pensato di non poter fare a meno di alcune cose, di oggetti, di passioni; pensavo che anche quelle cose, in qualche modo, mi definissero. Poi scopri improvvisamente (e forse per grazia) che, nel cammino, hai conservato tutte quelle cose ma hai perso te stesso. Ti scopri piccolo e povero, fragile e bisognoso. Grazie a Dio. Perché è proprio in quella povertà che ritrovi te stesso e scopri ciò che davvero ti definisce.

“Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!”.
(1Cor 13,13)

 18765728_826223230887564_7752197891024879387_n